richiamo acustico
GEAPRESS – Il Comando Stazione di Ruvo di Puglia (BA) del Corpo forestale dello Stato, ha denunciato alla Procura della Repubblica di Trani un cacciatore accusato di avere  illecitamente abbattuto un numero rilevante di avifauna migratoria.

Si tratta di un uomo di origini campane che stava esercitando la caccia mediante l’utilizzo di un richiamo acustico a funzionamento elettromagnetico. L’uso di tale strumento, come è noto, è vietato dalla legge di settore. Lo scopo, ricorda il Corpo Forestale dello Stato, è però quello di portare a tiro di fucile l’avifauna da abbattere.

La Forestale, aveva notato alcuni colpi di fucile, a quanto pare  esplosi in un orario giudicato insolito, e per questo aveva disposto la perlustrazione della zona. E’  stato così individuato e denunciato il cacciatore. Per lui il sequestro del fucile,  del munizionamento posseduto, del richiamo acustico oltre che della stessa fauna abbattuta.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati