tigre prodotti
GEAPRESS – Sono state approvate dal Parlamento della Russia le modifiche legislative che introducono  punizioni più severe per il bracconaggio e il traffico di specie rare. Il progetto di legge, riferisce nel suo comunicato il WWF internazionale, era stato presentato al Presidente Putin nel marzo 2013 dalla sezione russa della stessa associazione.

La vecchia legislazione consentiva di intervenire solo nel caso di rilevanza economica della specie animale o sue parti contrabbandate. Una soglia che era riferibile intorno ai 30.000 dollari equivalenti. Solo in questo caso intervenivano le sanzioni  penali. Una situazione paradossale dal momento in cui, rileva sempre il WWF, non vi erano metodi e mezzi per accertare tale valore.

Con la nuova legislazione, invece, basta il ritrovamento di un animale o sua parte appartenente ad una  specie interessata alla tutela, per avere contestata una sanzione pari a 35.000 dollari.

“La nuova legge stabilisce un meccanismo per bloccare la scappatoia nella legislazione russa – ha dichiarato Igor Chestin, delegato del WWF Russia – Ora, indipendentemente dal valore o quantitativo, ogni contrabbandiere sorpreso con parti di una tigre o di altre specie protetta, sarà perseguito penalmente“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati