tigre
GEAPRESS – In natura il loro numero sarebbe  compreso tra 480 e 540. Si tratta delle tigri dell’Amur che vivono tutt’oggi nell’estremo oriente russo.

La nuova stima è stata ottenuta a seguito del censimento coordinato dal Ministero delle Risorse Naturali e dell’Ambiente russo in collaborazione con il WWF Russo e l’Amur Tiger Center. Duemila specialisti, secondo la nota diffusa dalla WWF russo, sono stati coinvolti nell’ultimo censimento durato dieci anni. Il precedente numero, estrapolato dal censimento condotto nel 2005, indicava tra le 432 ed i 502 esemplari. Per il Ministero dell’Ambiente russo, la popolazione delle tigri dell’Amur sarebbe pertanto stabile e, in  alcune aree, con un trend positivo.

Secondo il WWF il principale pericolo per la tigre, è costituito dal bracconaggio contro il quale le autorità della Federazione Russa hanno messo in campo numerosi interventi che si sono rivelati efficaci.

Nel corso del censimento è stato altresì rilevato il numerodi Leopardi dell’Amur; sarebbero compresi tra cinquanta e settanta esemplari.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati