vettore russo
GEAPRESS – Rimane ancora oscuro il destino riservato ai  45 topi, otto gerbilli della Mongolia, 15 gechi, lumache, pesci e microrganismi trasportati dalla navicella spaziale russa Bion-M.

Di ieri la notizia dell’atterraggio, ma nonostante le discrezioni circa la morte di alcuni topi, nulla ancora viene diffuso dal centro di controllo russo.

Il tutto per verificare l’adattamento di un organismo vivente in assenza di gravità per lunghi periodi. Il vettore della navicella, era infatti stato lanciato nella metà dell’aprile scorso. Ora l’atterraggio avvenuto con l’aiuto di alcuni paracaduti nella regione di Orenburg a circa 1200 chilometri a sud est di Mosca.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati