ronciglione
GEAPRESS – L’ENPA ha oggi depositato presso la Procura della Repubblica di Viterbo, la costituzione di parte civile nel processo per la morte della cavalla Tiffany. Come si ricorderà la povera cavalla è deceduta nel marzo 2011 durante il Palio di Ronciglione (Viterbo). Il processo, ricorda il comunicato dell’ENPA, vede imputati, per maltrattamento di animali, l’allora sindaco della città viterbese e l’ex presidente della Proloco.

Nonostante i ripetuti allarmi lanciati dall’Enpa sulla pericolosità della manifestazione, ritenuta a ragione ad alto rischio di incidenti, le autorità locali hanno dato il via libera all’evento – spiega il legale della Protezione Animali, Claudia Ricci –. E’ opportuno ricordare che si tratta di una corsa a vuoto nella quale gli animali vengono lanciati all’inseguimento senza essere governati da un fantino“.

Secondo quando riportato da ENPA, la morte di Tiffany non sarebbe stata una casualità, ma una morte annunciata. Tutti e diciotto i cavalli partecipanti all’edizione del 2011 hanno corso su un tracciato ritenuto dagli animalisti inidoneo, con fondo stradale (costituito da asfalto e sanpietrini) bagnato a causa delle forti precipitazioni di quei giorni, privo di materiale ammortizzante e di una completa protezione anti-urto. In altri termini, gli animali sarebbero stati obbligati a comportamenti di corsa inusuali ed insopportabili dal punto di vista sanitario. Ne fece le spese la povera Tiffany che urtò contro una transenna, cadde a terra in preda alle convulsioni e morì senza che si potesse prestare alcun tipo di soccorso.

Chiediamo giustizia per Tiffany e per tutti gli altri cavalli che hanno pagato, e che pagano anche oggi, un elevatissimo e incomprensibile tributo di sangue in nome di eventi anacronistici e crudeli che non hanno alcun motivo di esistere – l’avvocato aggiunge Ricci -. Per questo, rendiamo noto già da oggi che procederemo con diffide e denunce circostanziate contro chiunque abbia intenzione di organizzare e autorizzare manifestazioni di questo tipo“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati