Il 3 marzo, in Piazza del Popolo a Roma, si terrà una manifestazione per chiedere la chiusura di Green Hill, uno tra i più grandi allevamenti d’Europa di cani destinati alla ricerca scientifica e sperimentazione, situato a Montichiari (BS). All’evento organizzato dal Coordinamento Antispecista del Lazio, parteciperanno numerosi attivisti volontari, inscenando una coreografia statica.

L’iniziativa, rientra nella campagna nazionale promossa da Occupy Green Hill, comitato che si batte per la chiusura del suddetto allevamento di cani di razza beagle, il quale si trova da molto tempo al centro delle cronache sia per le irregolarità riscontrate al suo interno, che per le questioni etiche che gravano sul mondo della sperimentazione animale.

La manifestazione si svolgerà dalle 17:30 alle 20:00, ed in concomitanza con molte altre città italiane, avrà carattere pacifico e civile e sarà finalizzata  – comunica il Coordinamento Antispecista del Lazio – a sensibilizzare l’opinione pubblica sul dramma di questi animali rinchiusi in vere e proprie prigioni, privati dei loro bisogni sociali ed affettivi, allevati allo scopo di essere venduti ai centri di ricerca scientifica nei quali trovano la morte dopo lunghe ed atroci agonie, causate dagli esperimenti cruenti ai quali vengono sottoposti.