GEAPRESS – Una vicenda anche un po’ surreale visto che dal comunicato diffuso dall’associazione Earth sembra desumersi che a Roma il Regolamento Comunale sulle tutela degli animali funziona in maniera quantomeno scomposta.

Da qualche tempo, infatti, nei vialetti di Villa Borghese appare un signore con al guinzaglio il proprio gatto. Una situazione che  ha creato non poco scompiglio tra chi, in Villa, porta a spasso il proprio cane. Il proprietario del gatto al guinzaglio parrebbe però avere rivendicato il diritto di passeggiare con il felino anche se in non pochi, riferisce sempre Earth, si sarebbero lamentati del fatto che il micetto non si sposta proprio spontaneamente. Anzi, alcune persone avrebbero pure documentato con un video il micio trascinato. Figuriamoci poi, come qualcuno ha denunciato, se il gatto va pure in scooter aggrappato alla spalla del suo padrone.

Eppure, riferisce Valentina Coppola, presidente dell’associazione Earth “portare a spasso i gatti col guinzaglio è esplicitamente vietato dal Regolamento Comunale sulla tutela degli animali“. Cosa che parrebbe essere sfuggita a chi, chiamato dal padrone del gatto, ha multato un signora di un cane tenuto senza guizanglio, lasciando invece indisturbato il denunciante con il felino al guinzaglio.

I gatti non sono animali gerarchici come i cani per i quali è naturale seguire il proprietario – spiega la presidente di Earth – Per i gatti la passeggiata al guinzaglio si tramuta in una violenza. Bene avrebbero fatto i Vigili dunque a prendere provvedimenti in proposito”.

L’Avvocato Patrizia Giusti, legale dell’associazione, ha redatto un esposto contro ignoti paventando la violazione dell’art. 544 ter del Codice Penale sul maltrattamento di animali”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati