GEAPRESS – Si è tenuta questa mattina al Tribunale penale di Roma l’udienza preliminare per il reato di “abbandono” (art. 727 c.p ) nei confronti di una pattuglia di Vigili Urbani e di una squadra dei Vigili del Fuoco. Secondo quanto riportato in una nota dell’associazione Earth, una volta interventi nell’appartamento di una anziana signora, avrebbero ignorato la presenza del suo piccolo cane. L’animale sarebbe così rimasto solo per giorni.

Earth ricorda come nella tarda serata dello scorso 3 ottobre i condomini di un palazzo ricadente nel municipio XV di Roma, sentendo piangere e guaire da ore il cane, avevano chiamato i soccorsi. Il timore era che l’anziana signora proprietaria del cane si fosse sentita male.

Ed invece, una volta riusciti ad entrare nella casa, questa sarebbe risultata vuota tranne che per la presenza del piccolo cane. Secondo la ricostruzione fornita, nessuno si sarebbe premurato di chiamare il canile.

Per Valentina Coppola, presidente di EARTH si tratta di una situazione insostenibile, ancorchè vede coinvolti uomini delle Forze dell’Ordine che dovrebbero agire contro i reati nei confronti degli animali.

A distanza di 3 giorni dall’accaduto (la proprietaria si trovava in ospedale per un malore) il cane sarebbe risultato ancora chiuso nell’appartamento solo, senza cibo né acqua ed in stato di completo abbandono. I vicini, riferisce sempre la nota di Earth, hanno segnalato le sofferenze ed il continuo ululato all’associazione che ha richiesto l’intervento della ASL per il soccorso immediato del cane. Poi l’invio del fascicolo in Procura.

Secondo l’Avv. Patrizia Giusti, che rappresenta EARTH nel procedimento in corso, gli Agenti avrebbero dovuto chiamare l’ASL per il ricovero del cane.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati