botticella
GEAPRESS – Il tempo dei tentennamenti deve finire! È da più di sei mesi che la proposta di Legge popolare presentata da Animalisti Italiani Onlus e da altre cinque associazioni sull’abolizione delle botticelle a Roma, depositata con ben 10 000 firme autenticate, “riposa” in Comune in attesa di una calendarizzazione!

Lo afferma Animalisti Italiani Onlus che tiene a precisare come la Giunta, per legge, ha l’obbligo di esaminare e votare la proposta.

L’associazione ricorda come la proposta vuole intervenire su una pratica già più volte sanzionata. Il riferimento è al far correre i cavalli al trotto, quando potrebbero andare solo al passo. Ci sarebbero poi i certificati di idoneità, termometri di temperatura da tenere in estate e molto altro ancora.

Secondo Animalisti Italiani solo nel mese di agosto, a Roma, ci sono state almeno una ventina di segnalazioni da parte di comuni cittadini, come riportato ieri da “Il Messaggero”. A questo punto dovrebbe essere chiaro a tutti che giorno dopo giorno questa situazione intollerabile si aggrava.

La sindaca Virginia Raggi – ha detto Walter Caporale, Presidente di Animalisti Italiani Onlus – durante la campagna elettorale aveva preso l’impegno di abolire le botticelle. Chiediamo con forza che questa promessa non venga disattesa, e che la Commissione competente e il Consiglio Comunale prendano in esame subito la Legge di iniziativa popolare che abbiamo contribuito a presentare! La città merita una risposta su questa delicata tematica, così come i cavalli meritano di poter vivere liberi e di non sottostare ai soprusi dei vetturini! Aspettiamo un riscontro del Comune, non tollereremo altri ritardi”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati