reti sequestrate
GEAPRESS – Il WWF accoglie con  favore la misura attesa da anni e presentata oggi dalla Commissione Europea di  proposta di Regolamento per la messa al bando di tutte le reti derivanti a partire dal 1 gennaio 2015. Secondo gli ambientalisti tale misura  ridurrà drasticamente la mortalità per cattura accessoria ed accidentale (bycatch) di tartarughe e cetacei.

Il WWF accoglie con grande favore questa proposta della Commissione Europea – afferma Marco Costantini, responsabile del programma mare del WWF Italia –  e si augura che il Consiglio Europeo la faccia propria nel corso del semestre italiano

Già dal 1992, ricorda il WWF, era stato vietato pescare con attrezzi di questo tipo pesci pelagici come tonni e pesci spada. Lo scorso anno,  la Commissione Europea aveva inoltre attivato una consultazione pubblica sull’argomento. Più del 50% dei partecipanti alla consultazione si sono detti favorevoli al bando ma nel frattempo la  Commissione ha ritenuto che i controlli e le misure di applicazione delle regole esistenti non sono state di fatto efficaci. Per questo, conclude la nota del WWF, l’unica soluzione per debellare la pesca illegale con questi attrezzi è la loro messa al bando totale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati