scleractinia corallo
GEAPRESS – Intervento dei funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Reggio Calabria, in servizio presso l’aeroporto dello Stretto di Reggio Calabria e del personale del servizio CITES territoriale del Corpo forestale dello Stato, con la collaborazione dei militari della Guardia di Finanza. Ad essere stati rinvenuti sono stati sedici coralli appartenenti al genere.

Gli esemplari, privi della documentazione C.I.T.E.S., erano custoditi all’interno di due bagagli al seguito di altrettanti viaggiatori provenienti dal continente africano. La merce è stata posta sotto sequestro e consegnata al personale del Corpo forestale dello Stato mentre ai trasgressori è stato contestato l’illecito amministrativo e comminate sanzioni per un totale di circa 10 mila euro.

Le sanzioni previste dalla legge italiana per chi commette violazioni sulla detenzione e commercio di specie animali e vegetali protette o parti di esse, sono state, recentemente, inasprite dalla Legge 68/2015 sugli ecoreati.

Secondo il Corpo Forestale dello Stato il gesto di prelevare in natura o acquistare all’estero animali e piante, o parti di esse, come souvenir, non sempre viene accompagnato dalla giusta conoscenza delle norme che tutelano le specie in via di estinzione. Eppure, le necessarie informazioni sono facilmente reperibili sulla rete e presso tutti i presidi del Corpo Forestale dello Stato, che possono dare indicazioni utili ai viaggiatori che si accingono ad effettuare viaggi all’estero. Il Corpo forestale dello Stato conferma il proprio impegno nel contrasto al commercio illegale di fauna e flora selvatica che porta, inesorabilmente, al rischio della loro estinzione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati