cane rc
GEAPRESS – Tenuto in un’area cantiere tra ponteggi, tavoloni e mattoni. Tutti materiali che ad avviso delle Guardie Zoofile dei Rangers d’Italia di Reggio Calabria non sarebbero stati compatibili con la corretta custodia del piccolo cane. Nella bacinella dell’acqua, sarebbero inoltre stati rinvenuti viti e bulloni, mentre ad una zampa vi era una ferita che, ad avviso degli stessi rangers, sarebbe stata pregressa e non curata.

Per questo il cagnolino, trovato peraltro non iscritto all’anagrafe canina, è stato posto sotto sequestro ed affidato alle cure di un Medico Veterinario di Reggio Calabria.

Il reato dal quale si dovrà difendere il detentore, è quello di maltrattamento di animali.

Su richiesta dei Rangers d’Italia la verifica nel cantiere edile è avvenuta congiuntamente ad  una volante della Polizia di Stato attivatasi dotto le direttive del Dirigente Vice Questore dott. Giuseppe Giliberti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati