bovini
GEAPRESS – Un’attività di repressione e controllo che nasce nell’ambito delle azioni coordinate dalla Prefettura di Reggio Calabria volte al contrasto del fenomeno delle cosiddette “vacche sacre” e delle “stalle fantasma”.

Ad intervenire è stato il Comando Stazione Forestale di Gerace il quale, nel corso di un servizio di controllo del territorio in località “Moleti”nel comune di Ciminà (RC), ha individuato otto bovini all’interno di un’area attrezzata per uso pic-nic nel Parco Nazionale. I Forestali hanno subito effettuato verifiche sul posto e nelle zone limitrofe per potere rintracciare il custode o proprietario degli animali. Non riuscendovi, venivano annotati i marchi auricolari per le successive verifiche tramite la banca dati dell’anagrafe bovina.

Gli animali, però, si erano nel frattempo innervositi, allontanadosi a causa di ciò in un bosco di pino raggiunto attraverso un varco presente nella recinzione dell’area attrezzata. La zona risultava inaccessibile e per questo non si è potuto procedere al sequestro.

Con la collaborazione del Servizio Veterinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale, si è infine identificato il titolare dell’azienda zootecnica. Ad essere contestato è stato il reato di introduzione e/o abbandono di animali nel fondo altrui e pascolo abusivo, comminando le relative sanzioni.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati