novellame II
GEAPRESS – Un furgone isotermico pronto ad imbarcarsi per la Sicilia presso gli imbarchi privati di Villa San Giovanni. E’ stato fermato ieri sera dal personale del Nucleo Ispettivo pesca del Centro Controllo Area Pesca del Reparto operativo della Direzione Marittima di Reggio Calabria, intervenuto nell’ambito di controlli mirati a prevenire la pesca e la commercializzazione abusiva di novellame.

Durante il controllo del mezzo, sono state rinvenute 62 cassette di polistirolo contenenti novellame di sarda, più comunemente chiamato “bianchetto”. Il totale del pescato illecitamente pescato ammonta a tre quintali. La vendita al dettaglio avrebbe poi prodotto oltre 8.000 euro.

L’autista del mezzo, originario di Palermo, è stato identificato e deferito alla Autorità Giudiziaria di Reggio Calabria, mentre l’intero pescato è stato posto sotto sequestro e destinato in beneficienza a seguito di esame medico veterinario.

Appena pochi giorni addietro, oltre un quintale di bianchetto era stato sequestrato a Reggio Calabria. Anche in questo caso, il carico era destinato alla Sicilia (vedi articolo GeaPress).

La pesca del novellame, più comunemente detto “bianchetto” è vietata ai sensi del Regolamento comunitario n°1967/2006 e del Decreto legislativo 4/2012, ed è stata bandita dalla Comunità Europea perché considerata dannosa per la fauna marittima in quanto incide negativamente sul ripopolamento dei nostri mari.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati