Numerosi accertamenti condotti dai Carabinieri in provincia di Palermo hanno riguardato la repressione di reati edilizi, urbanistici ed ambientali.

I Comuni interessati sono Finale di Pollina, Castelbuono e Collesano, tutti ricadenti all’interno del Parco delle Madonie. A Collesano, nel corso di due distinti accertamenti, i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Termini Imerese, tre persone ritenute responsabili della realizzazione di opere edili in assenza delle prescritte autorizzazioni, sequestrando contestualmente due manufatti edili per un valore stimato pari a € 80.000,00 circa.

A Finale di Pollina, invece, i Carabinieri hanno denunciato due persone, ritenute responsabili di smaltimento di rifiuti pericolosi, speciali o ingombranti. Per fatti analoghi, infine, a Castelbuono i militari hanno complessivamente denunciato otto persone, e sequestrato un terreno – di superficie approssimativamente pari a 12.000 mq e del valore stimato in € 1.500.000,00 – da tempo adibito a deposito di rifiuti speciali e pericolosi, deferendo in stato di libertà il proprietario per attività di gestione di rifiuti non autorizzata.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati