cinciallegra rete
GEAPRESS – Ad attirare gli agenti della Polizia Provinciale che stava effettuando un normale servizio di controllo nel comune di Reana del Rojale, è stato il canto degli uccelli da richiamo.

A finire così nei guai è un uomo che, in un fondo di sua proprietà, avrebbe realizzato un impianto di uccellagione costituito da 4 reti, le cui maglie contenevano alcuni volatili vivi impigliati. Ad attirarli uccelli da richiamo rinchiusi in gabbiette.

Il bracconiere è stato deferito all’Autorità giudiziaria con l’accusa di avere esercitato l’uccellagione, e aver catturato esemplari di avifauna selvatica appartenenti a specie non cacciabili. Sanzioni anche per alcune irregolarità minori. Tutti i volatili sono stati liberati.
L’operazione – secondo il presidente della Provincia Pietro Fontanini – dimostra la capillarità e l’efficacia della presenza della Polizia provinciale, su un territorio molto vasto , ed evidenzia la serie di positivi interventi che hanno consentito di cogliere, ultimamente, in flagranza di reato, diverse persone dedite all’attività illecita dell’uccellagione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati