guardia costiera
GEAPRESS – Seppie, gamberi, scampi e canocchie. In tutto ben 136 chilogrammi di pescato sotto sequestro così come una rete da posta. E’ questo il risultato degli ultimi interventi della Guardia Costiera di Ravanna coordinati dal Centro Controllo Area Pesca della Direzione Marittima. Una intensa attività di controllo svolta tra il 21 ed il 23 scorso proprio sulla filiera ittica locale.

Accertamenti via mare ed in terra che sono stati consentiti grazie alle squadre in motovedetta e personale appositamente addestrato proprio sui controlli nella filiera. Dalla pesca in mare fino alla commercializzazione finale, ivi compresa la ristorazione e gli esercizi commerciali adibiti alla vendita.

Numerose verifiche tra Goro e Cattolica che hanno consentito di potere contestare 26.000 euro di sanzioni amministrative e tre notizie di reato. Otto i sequestri amministrativi ed uno quello penale. Le irregolarità riscontrate riguardano etichettatura e rintracciabilità del pescato, oltre che la documentazione di bordo. In tutto sono stati eseguiti 125 controlli.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati