GEAPRESS – A distanza di un anno nulla è cambiato per i randagi di Campobasso. A denunciarlo sono gli animalisti locali. Il Sindaco Di Bartolomeo, sottolineano i volontari locali, pur conoscendo la situazione del randagismo della sua città nonché il business che gli gira intorno, ad un anno dalla sua elezione a primo cittadino non ha ancora mantenuto le promesse elettorali, intanto  “i cani chiusi nel canile continuano a vivere nella sporcizia e in mezzo a gente senza scrupoli – denunciano gli animalisti locali – Su strada ci sono sparizioni misteriose sia dei cani liberi e sia di quelli padronali, le tasche degli umani si riempiono, mentre, le ciotole dei cani si svuotano. “.

In particolare gli animalisti denunciano come la situazione al canile di Santo Stefano sia sempre la stessa: un carcere per incolpevoli randagi, che aveva oltremodo impressionato il Sottosegretario Martini, la stessa che dopo la visita al canile aveva dichiarato che la struttura era incompatibile con la vita stessa.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati