I Carabinieri di Ragusa unitamente a quelli del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Ragusa e ai veterinari dell’A.S.P. 7 Ragusana hanno svolto un sopralluogo presso un allevamento di bovini nell’agro del capoluogo Ibleo, nella zona pedemontana limitrofa al lago di Santa Rosalia.

Molti dei bovini sono stati riscontrati privi di marchio auricolare, come imposto dalle norme nazionali e comunitarie, sicché i militari intervenuti sono stati costretti a sottoporre a sequestro sanitario l’intero allevamento, composto da quarantaquattro bovini, per un valore superiore ai sessantamila euro.

La proprietaria dell’allevamento, una 48enne modicana, è stata destinataria di un verbale di contestazione di sanzione amministrativa per diverse migliaia di euro.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati