GEAPRESS – Presidio di protesta indetto per giovedi 4 aprile, dalle 15.00 alle 18.00, dal PAE (Partito Animalista Europeo) innanzi il Ministero della Salute. Stante il comunicato diffuso dal PAE la manifestazione ha ad oggetto un unico punto, ovvero l’abolizione della sperimentazione animale.

Sarà comunque occasione per consegnare un documento con il quale si chiede la costituzione di una commissione antivivisezionista.

L’evento è organizzato anche da Memento naturae e Roma for animals. La Questura, fa sapere il PAE, ha ricevuto la comunicazione di rito ma sulla manifestazione potrebbero gravare i rapporti ormai non proprio idilliaci tra il movimento politico e l’Autorità di polizia.

A seguito della manifestazione del due marzo organizzata a Pomezia, Stefano Fuccelli sarebbe infatti stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale ed istigazione a delinquere (vedi articolo GeaPress). Poche ore dopo, il PAE ha inviato un comunicato dove veniva fatto sapere di avere dato mandato al proprio legale “di sporgere denuncia per il reato di “calunnia aggravata plurima” avverso i funzionari della Polizia di Stato che saranno ritenuti responsabili dall’Autorità Giudiziaria“.

In altri termini, per il PAE l’accusa sarebbe infondata oltre che limitante il diritto di manifestare pacificamente e “di imbavagliare e soffocare il movimento animalista le cui lotte sono suffragate dalla maggioranza assoluta degli italiani“. A tal proposito il PAE cita il rapporto Eurispes 2013 dove viene riportano che l’87,3% degli italiani è contrario alla sperimentazione animale. Un trend, rispetto all’anno prima, pure in aumento.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati