Attività di caccia ma all’interno del Parco Nazionale. Con questa accusa sono stati denunciati dal Corpo Forestale dello Stato, due uomini sorpresi a cacciare all’interno del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano.

Il Coordinamento Territoriale per l’Ambiente di Moliterno, in provincia di Potenza, è intervenuto con i Comandi Stazione di Marsico Nuovo, Abriola e Pignola in Val d’Agri Lagonegrese.

Ai due, oltre alla denuncia, il sequestro dei due fucili semiautomatici e di ben 85 cartucce. Il tutto a poche ore da altro intervento in area di Parco Nazionale. Nella Sila, infatti, (vedi articolo GeaPress) denunciati sette cacciatori.