Normalmente usano polpette imbottite di anticrittogamici, i cani muoiono sui marciapiedi e ai bordi delle strade. Molti dei cani morti presentano anche segni di morsi, tipici della lotta fra cani.

Usati per allenare i cani ai combattimenti e poi avvelenati, perché non servono più e feriti sono solo un peso? E’ possibile, ma non probabile; in genere i randagi usati negli allenamenti, una volta feriti, vengono abbandonati alla loro sorte ed alla lenta agonia senza “aiuti” esterni.
I combattimenti tra cani a Ponticelli sono un fenomeno diffuso; già in passato un combattimento tra pittbul è stato bloccato dai Carabinieri, si svolgeva di pomeriggio al centro della villa comunale. In quella occasione tre arresti, il sequestro di sei pittbull, di cui due feriti gravemente, hanno coronato l’intervento.

Ponticelli è terra dura per i cani, solo qualche giorno fa, abbiamo denunciato (vedi articolo Geapress) le difficoltà del rifugio La Fenice, che non ha più acqua e che aspetta lo sfratto.