Avevano posizionato reti e richiami nei pressi dello scolmatore dell’Arno, in località Calambrone, per catturare l’avifauna migratoria protetta. In una delle reti vi era già finito un tordo bottaccio, quando sono sopraggiunti gli agenti del Corpo Forestale dello Stato, dei Comandi di Pisa e Livorno.

I due uomini, entrambi di Pontedera,  sono stati denunciati per caccia con mezzi vietati ed esercizio dell’attività venatoria in giorno  di silenzio venatorio.

Le reti e i richiami sono stati posti sotto sequestro mentre l’esemplare di tordo bottaccio imprigionato nella rete è stato immediatamente liberato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati