Scoperti all’alba dalla Polizia provinciale in località Val Fontana due bracconieri che avevano abbattuto e stavano decapitando un cervo.Uno dei due cacciatori è riuscito a scappare, l’altro è stato identificato.  La lista dei reati commessi è veramente lunga: il cervo è stato abbattuto in zona di ripopolamento,  in un giorno di silenzio venatorio e durante il bramito.
Nella stagione degli amori il cervo, timido ed elegante, allunga il collo in una superba posizione ed emette il suono caratteristico, il bramito, con il quale marca il territorio e conquista le femmine. Ne nascono dei veri e propri duelli sonori. Il fascino dei richiami ha il suo massimo nelle ore notturne. Spesso si organizzano escursioni mirate per assistere, o meglio sentire, al bramito del cervo.
Intanto i cacciatori e i bracconieri si approriano di un patrimonio “indisponibile” dello Stato, privando loro della vita e noi di questi meravigliosi spettacoli.