liberazione cardellini
GEAPRESS – Intervento congiunto dei Carabinieri del Comando Stazione di  Pomigliano D’Arco  (NA) e delle  Guardie Zoofile E M P A (Ente Mediterraneo Protezione Animali) e WWF . Ad essere denunciato un uccellatore del luogo il quale,  nei pressi della stazione Circumvesuviana di Pomigliano D‘Arco,  deteneva diversi  cardellini (Carduelis carduelis), specie particolarmente protetta appartenente  alla famiglia dei fringillidi.

L’intervento è scaturito a seguito di una segnalazione anonima. Il reato contestato è quello di detenzione illecita di specie protette.

I Carabinieri e le Guardie Zoofile hanno poi provveduto alla liberazione dei cardellini avvenuta poco dopo  nel Parco pubblico Giovanni Paolo II di Pomigliano D’Arco  coadiuvati dall’Associazione Nazionale Carabinieri. Alla liberazione hanno partecipato le persone presenti nel Parco tra cui numerosi bambini che, entusiasti, hanno assistito all’evento.

Il Capi Nuclei delle Guardie Zoofile EMPA E WWF, Salzano Giuseppe e Cajano Brino, ricordano che la fauna selvatica è per legge patrimonio indisponibile dello Stato. Nel caso di  cattura e detenzione, la legge prevede sanzioni penali. In particolare il Cardellino è una specie particolarmente protetta, in quanto annoverata nella Convenzione Internazionale di Berna.

La cattura e il conseguente commercio illegale di animali di specie selvatiche, sottolineano EMPA e WWF, produce un giro d’affari di notevoli dimensioni. Un cardellino adulto può costare anche alcune centinaia di euro.

L’E.M.P.A. e il WWF ITALIA esprime grande apprezzamento  per l’impegno dei Carabinieri nel contrastare le attività illecite in danno del patrimonio faunistico naturale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati