Divieto di caccia
GEAPRESS – E’ illegittima la caccia nelle aree contigue a parchi e riserve da parte di cacciatori anche non residenti nelle aree medesime.

E’ questo quanto deciso dalla Corte Costituzionale a seguito dell’impugnazione del Governo fatta su richiesta del WWF e di altre associazioni.

Una nuova critica per la Giunta Cota accusata di non aver prodotto buone leggi in materia venatoria. Già nei giorni scorsi la stessa Giunta era stata criticata per uno degli ultimi atti formulati prima delle elezioni regionali di domenica scorsa. Un calendario venatorio che a detta delle associazioni suonerebbe come un regalo alla lobby della caccia.

Il Piemonte, sulle aree contigue, si alliena con altra norma regionale, ovvero quella della Liguria, anch’essa cassata come incostituzionale.

E’ stato sprecato tempo prezioso da parte delle Associazioni, del Governo e della corte Costituzionale per esaminare e impugnare norme palesemente incostituzionali – dichiara Stefano Bechis, delegato piemontese del WWF Italia – Tempo prezioso che potrebbe essere più vantaggiosamente utilizzato in azioni positive, piuttosto che per contrastare gli effetti di un lavoro maldestro”.

La speranza è ora sul nuovo Governo regionale, affinchè possa ristabilire la legalità in materia di tutela ambientale e di attività venatoria

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati