ricci
GEAPRESS – Duro colpo contro la pesca sportiva illegale di ricci di mare. Ad infliggerlo sono stati gli uomini della Capitaneria di Porto di Pescara  impegnati nell’attività di Polizia Marittima via terra e via mare, al fine di  garantire il rispetto della disciplina inerente la pesca professionale e sportiva.

Nella notte del primo luglio scorso, l’intervento sul litorale di Montesilvano. Ad essere stata notata era  infatti l’attività di pesca illegale perpetrata da tre cittadini pugliesi intenti nella  raccolta dei ricci di mare con l’ausilio di erogatori. I tre, riferisce la Capitaneria di Porto, operavano direttamente dalla barriere frangiflutti in barba alle normative vigenti che disciplinano tale tipo di pesca.

L’intervento tempestivo ha portato al sequestro di oltre 3000 esemplari di ricci ed alle successive sanzioni amministrative con un importo complessivo di euro 2000,00.
Tutto il pescato, ancora vivo, è stato poi rigettato in mare dalla dipendente motovedetta.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati