ceretta
GEAPRESS – Un’altra tartaruga in difficoltà nelle acque antistanti il litorale abruzzese. Dopo la grossa tartaruga rimasta bloccata nelle reti di un peschereccio che aveva provveduto a mettersi in contatto con la Guardia Costiera (vedi articolo GeaPress ) nel primo pomeriggio di oggi un secondo esemplare  è stato rinvenuto da un motopesca nella zona di mare antistante il Comune di Montesilvano.

Il ritrovamento è avvenuto a circa 5 miglia nautiche dalla costa ed il natante, secondo una procedura  ormai consolidata, ha riportato in porto la tartarughe in difficoltà. L’animale, riferisce la Capitaneria di Porto di Pescara era rimasta probabilmente impigliata nelle reti o vittima di collisioni con imbarcazioni varie.

I militari della Capitaneria di Porto, dopo aver prestato la prima assistenza, hanno avuto modo di constatare il precario stato di salute della Caretta caretta ed hanno per questo provveduto al trasporto  presso  l’Ospedale delle Tartarughe che si trova presso la sede della Guardia Costiera di Montesilvano. Nella struttura veterinaria la tartaruga, un esemplare adulto di circa 30 anni, lunga 80 cm e larga 45, del peso di 27 Kg, una volta visitata dal Dott. Massimiliano Perinelli del Centro Studi Cetacei di Pescara, ha potuto finalmente ricevere le necessarie cure.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati