liberazione tartaruga
GEAPRESS – Una Caretta caretta di grosse dipensioni, è rimasta oggi bloccata in una rete da pesca di una imbarcazione della marineria di Pescara. Il peschereccio, notata la presenza della tartaruga, ha provveduto al suo recupero mettendosi in contatto con  la Capitaneria di Porto.

Si trattava di un animale di circa 40 chilogrammi per il quale si è subito attivata la Guardia Costiera.

La Caretta caretta è stata  fatta visitare al dott. Vincenzo Olivieri, responsabile del Centro Studi Cetacei Onlus di Pescara. Constatato l’ottimo stato di salute, si è deciso di provvedere alla liberazione in mare. Peraltro la Caretta caretta non si sarebbe potuta ricoverare presso l’ospedale delle tartarughe della Delegazione di Spiaggia – Guardia Costiera di Montesilvano.

Grazie alla motovedetta CP 828 della Guardia Costiera di Pescara, la tartaruga è stata portata in alto mare, dove è stata liberata. Ha ripreso il nuoto senza  difficoltà ed è ora di nuovo libera nel suo ambiente naturale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati