dattero di mare
GEAPRESS – Un mare quotidiano di pesca illegale. Numerosi e diffusi in diverse parti d’Italia sono infatti gli interventi di contrasto messi in campo in queste ore dalle Forze dell’Ordine.

L’intervento forse più significativo, per entità e specie interessata, è quello operato dalla Squadra Nautica della Polizia di Stato di Gallipoli (LE). Un uomo è stato infatti denunciato perchè sopreso a pescare il “dattero di mare”. Si tratta, come è noto, di un mollusco bivalve dalla crescita molto lenta e che si caratterizza per lo scavo nella roccia di un canalicolo che gli permette di vivere fisso al substrato. Per poterlo prelevare i pescatori abusivi (la pesca di tale animale è infatti vietata) non esitano a distruggere a colpi di martello il substrato roccioso. L’intervento della Polizia di Stato è avvenuto nell’Area Martina Protetta. L’uomo è stato trovato con poco meno di sette chili di dattero di mare più l’attrezzatura per il prelievo. Oltre al martello vi è l’aggravio della pesca con le bombole, un fatto che è già vietato dalla legge.

A Catania, invece, la Guardia di Finanza ha provveduto a sequestrare dodici quintali di Tonno rosso. Il pescato privo di tracciabilità è stato rinvenuto all’interno di un furgone ed era pronto per essere immesso nel mercato alimentare. Sempre Tonno rosso, ma questa volta pescato da un diportista, è stato sequestrato dalla Guardia Costiera di Genova. Si trattava di un esemplare che però non poteva essere pescato. La Comunità Europea, infatti, stabilisce delle quote di prelievo che vengono di anno in anno divise tra i motopesca autorizzati e solo di alcune marinerie. Il Tonno rosso è una specie considerata in diminuizione  e per questo la pesca viene rigidamente regolata.

Di nuovo molluschi bivalvi sotto sequestro grazie all’intervento delle Guardia Costiera di Pozzuoli (NA). Questa volta si tratta di Telline, un mollusco che vive nelle rocce bagnate dal mare. Cinquanta chili sequestrati ed una sanzione contestata di mille euro.

Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati