caretta
GEAPRESS – Una segnalazione pervenuta nel tardo pomeriggio di ieri, alla Sala Operativa della Guardia Costiera di Pesaro. Una cittadina, infatti, informava il Numero Blu di emergenza 1530, sulla presenza in spiaggia, località “Fosso Sejore”, di una piccola tartaruga marina della specie “Caretta caretta”. L’animale, lungo 34 centimetri e del peso di 6 chilogrammi, era stato trasportato sull’arenile probabilmente a causa delle mareggiate che hanno interessato i giorni scorsi tutto il litorale marchigiano.

Il personale della Guardia Costiera provvedeva così al trasporto presso la sede della Capitaneria di Porto di Pesaro ove veniva preso in carico dal personale veterinario della Fondazione Cetacea di Riccione (ove attualmente viene custodito e curato) come previsto dal Protocollo della Rete Regionale per la conservazione delle tartarughe marine della Regione Marche.

L’esemplare di tartaruga marina, soprannominato “Uga” dal personale della Guardia Costiera, sarà rimesso “in forma” grazie alle cure del personale esperto e potrà nuovamente riprendere il mare.

Si informano tutti i cittadini che la segnalazione di animali spiaggiati deve essere indirizzata alle Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di zona, anche telefonicamente. In questo modo sarà tempestivamente attivata la catena operativa creata dal Ministero dell’Ambiente e dal Ministero della Salute per il recupero e lo studio sugli animali che spiaggiano sulle nostre coste.

Nelle scorse ore la Fondazione Cetacea ha dato comunicazione del ritrovamento di una seconda tartaruga marina della specie Caretta caretta nel litorale di pesaro. L’animale, ancora in vita, si presentava avvolto da reti da pesca.
CLICCA QUI per ricevere la NEWSLETTER di GEAPRESS