caretta
GEAPRESS – Nel pomeriggio di ieri la Sala Operativa della Guardia Costiera di Pesaro ha ricevuto una segnalazione da alcuni diportisti. Sul numero blu di emergenza 1530, infatti, veniva comunicata la presenza in mare, in località “la Croce” nel Parco Naturale del Monte San Bartolo, una piccola tartaruga marina della specie “Caretta caretta”. L’animale era lungo circa 50 centimetri e mostrava evidenti difficoltà.

Il personale della Guardia Costiera, in attività di pattugliamento in mare con il battello pneumatico G.C. 330 nell’ambito dell’operazione di polizia marittima denominata “Mare Sicuro”, interveniva in breve tempo per verificare la segnalazione. Considerato lo stato del povero animale i militari decidevano di procedere al prelievo  per il successivo trasporto nel porto di Pesaro.

Nel contempo, la Sala Operativa della locale Capitaneria di Porto provvedeva ad allertare l’Ente Parco San Bartolo e il Centro Cetacei di Riccione per il primo intervento sul rettile. Così, infatti, è stabilito dal Protocollo della Rete Regionale per la conservazione delle tartarughe marine della Regione Marche.

I militari della Guardia Costiera hanno vigilato sulla tartaruga, chiamata Lorenzo in ricordo del Santo del 10 Agosto. La tartaruga è stata tenuta sempre bagnata ed al riparo da eventuali pericoli, sino all’arrivo del personale del Centro Cetacei, ove attualmente viene curata.

La Guardia Costiera informa tutti i cittadini che la segnalazione di animali spiaggiati deve essere indirizzata alle Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di zona, anche telefonicamente. In questo modo sarà tempestivamente attivata la catena operativa creata dal Ministero dell’Ambiente e dal Ministero della Salute per il recupero e lo studio sugli animali che spiaggiano sulle nostre coste.

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati