terrier
GEAPRESS – Il sequestro era avvenuto lo scorso mese di settembre. Le Guardie Zoofile dell’OIPA di Pesaro, erano arrivate al cene terrier  (nella foto)  in maniera meno diretta rispetto ad  altro ritrovamento. Un cane rinvenuto spaesato in strada. Fu proprio questo primo intervento, impossiible da ricollegare al padrone per la mancanza del chip, ad indirizzare le Guardie verso il secondo cagnolino.

Nel tentativo di individuare un elemento utile alle indagini, le Guardie esposero nel web le foto del primo cane. Le segnalazioni che pervennero permisero di rintracciare una casa dove in effetti era detenuto in stato penoso il  terrier. A quanto pare sui presunti proprietari vi erano state anche degli ammonimenti dell’ASL. Scattato il sequestro ed il successivo affido all’OIPA, il cagnolino, ridotto ad un ammasso di pelo, e stato recuperato per essere affidato in adozione.

La felice conclusione è stata comunicata oggi. Per lui, grazie all’impegno dei volontari dell’OIPA ed alla disponibilità della Magistratura, è arrivato l’affidamento in famiglia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati