Il Comando Stazione forestale di Perugia, in località San Marco del Comune di Perugia ha sequestrato un’area di 300 mq circa ove erano illecitamente depositati oltre 300 metri cubi di rifiuti edili (mattoni, mattonelle, cemento, ferro, tubi in plastica ecc…).

La zona è interessata da un progetto di lottizzazione ai fini edificatori e al momento sono iniziati unicamente i lavori di sbancamento. L’area, delimitata da recinzione e cancello di accesso, fungeva da stoccaggio abusivo dei rifiuti provenienti da vari cantieri seguiti dalla stessa ditta ma estranei a quello posto sotto sequestro, dove tra l’altro non esistevano precedenti manufatti edilizi. La presenza dei suddetti rifiuti è pertanto incompatibile con gli interventi autorizzati.

I reati ipotizzati sono quelli di gestione e trasporto illecito di rifiuti e discarica abusiva degli stessi; le pene previste sono ammenda fino a 26 mila euro e arresto fino a 2 anni.

Sull’area insiste anche il vincolo paesaggistico la cui violazione comporta ulteriore illecito penale in concorso con il precedente.

È stato deferito all’autorità giudiziaria il titolare della ditta che ha sede nel capoluogo. I lavori sono stati interrotti dall’intervento del Corpo forestale dello Stato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati