GEAPRESS – Avrebbero dovuto controllare i bracconieri ed invece le due Guardie Giurate Venatorie del perugino sarebbero state sorprese in atteggiamento di caccia, di notte e direttamente dalla loro automobile.

In mano, uno dei due aveva il suo fucile da caccia carico e pronto all’impiego. Si trattava di una carabina munita di ottica.

A quanto pare, innanzi al personale del Comando Stazione Forestale di Perugia, avrebbero cercato di giustificarsi sostenendo di essere autorizzati alla caccia di selezione contro la volpe. La Forestale, però, dal controllo dei cacciatori autorizzati dalla Provincia di Perugia ha escluso questa possibilità.

Armi e munizioni sono state sequestrate. I due sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per esercizio venatorio in periodo di divieto generale.

L’intervento è avvenuto all’interno di una zona di ripopolamento e cattura in località Montelabate, nel Comune di Perugia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati