Il deputato europeo Andrea Zanoni ha presentato un’interrogazione parlamentare alla Commissione europea per chiedere se l’importazione di pellicce da animali catturati con tagliole possa essere accettabile in Europa, dove vige il divieto di utilizzare le tagliole, e se un simile metodo di cattura possa davvero rientrare fra i cosiddetti metodi di cattura ‘non crudeli’.

L’utilizzo di tagliole per catturare animali è vietato nell’Unione europea da circa vent’anni – spiega Zanoni – Parallelamente, era stato introdotto in Europa anche il divieto di importazione di pellicce da animali catturati all’estero con questo barbaro metodo, salvo poi raggiungere un accordo commerciale con il Canada che ha nuovamente permesso l’importazione di animali catturati per mezzo di tagliole, purché allo stesso tempo si lavori allo sviluppo di trappole non crudeli: un vero paradosso”.

L’accordo commerciale fra Europa e Canada prevede l’introduzione di ‘standard di cattura non crudele’, permettendo però al Canada di catturare animali per mezzo di tagliole e lacci, nel rispetto di determinate regole.

Ora, mi pare assurdo – prosegue l’Europarlamentare – considerare accettabile e ‘non crudele’ un metodo di cattura quale la tagliola, che fa sì che gli animali catturati vadano incontro a morsi auto-inflitti che possono sfociare in gravi complicazioni, fratture, rotture di tendini o di legamenti, lesioni di vario tipo, compresa la lacerazione della cornea, e amputazioni! Non è evidente che un povero animale catturato in tal modo andrà senz’altro incontro a una lenta, terribile agonia?”.

Alla Commissione – conclude Zanoni – chiedo coerenza fra le regole applicate entro il territorio europeo e le regole applicate alle importazioni di prodotti da Paesi terzi. La scelta di un capo d’abbigliamento quale la pelliccia è di per sé non sostenibile, crudele e quindi assolutamente da evitare ma, dato che non è possibile vietare per legge la produzione e la vendita di questo prodotto, venga almeno limitato al massimo ogni metodo cruento di cattura e di uccisione!”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati