Sono stati pedinati a lungo dai forestali del Comando Stazione di Gariglione (CZ), finché non sono stati colti nello svolgere attività di caccia in località Tacina del Comune di Taverna (CZ) all’interno del Parco Nazionale della Sila.

I sei bracconieri, con età compresa fra i 19 e i 62 anni, con al seguito i cani da caccia, sono stati denunciati per i reati di esercizio venatorio ed introduzione non autorizzata di armi e munizioni in area protetta. Le armi sono state poste sotto sequestro.

Questo ennesimo episodio di bracconaggio va ad aggiungersi ad altri segnalati in questi giorni nel territorio calabrese (vedi articolo GeaPress).