tordo bottaccio
GEAPRESS – Intervento del Corpo Forestale dello Stato impegnato anche nei giorni festivi per la tutela della legalità all’interno del Parco Nazionale del Vesuvio.

Il Comando Stazione del Corpo Forestale dello Stato di San Sebastiano al Vesuvio durante un servizio di controllo e vigilanza del territorio finalizzato alla repressione dell’abbandono incontrollato di rifiuti, sorprendeva in flagranza un uomo di 67 anni residente nella zona vesuviana mentre abbandonava all’interno di un fondo agricolo in via Vallone, in agro del Comune di Pollena Trocchia, rifiuti speciali non pericolosi, consistenti in cartone, plastica e polistirolo.  Su disposizione degli Agenti, lo stesso trasgressore provvedeva a rimuovere i rifiuti caricandoli nuovamente in macchina. Si disponeva così  il successivo smaltimento secondo le regole della raccolta differenziata in vigore presso il Comune di residenza. Allo stesso veniva comminata una sanzione amministrativa di € 600,00.

Ad Ottaviano, invece, il locale Comando Stazione del Corpo Forestale dello Stato, nel corso di un’operazione finalizzata al contrasto del bracconaggio all’interno del Parco del Vesuvio, ove è vietata ogni forma di caccia, provvedeva alla denuncia di un sessantenne della zona intento a praticare la caccia all’interno dell’Area Parco

Contestati i reati di cui alla legge n.157/92 e quelli previsti dalla legge 394/91 istitutiva dell’Area Parco. Allo stesso denunciato venivano sequestrati 10 tordi bottaccio  un fucile ad anima liscia e un ingente quantitativo di munizioni.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati