uccellino laccio sardegna
GEAPRESS – Il personale del Comando Stazione di Montemonaco (AP) ha provveduto ad eliminare ben 152 lacci piazzati dai bracconieri in un’area boscata di circa 10.000 metri quadrati all’interno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

L’area, in località di “San Donato” e “Rocca di Montemonaco”,  era infatti disseminata di numerose trappole per la cattura degli uccelli migratori e stanziali.

I Forestali hanno provveduto al sequestro e all’immediato dissinesco dei lacci, il cui meccanismo illecito è costituito da un bastoncino di legno infisso nel terreno e da un filo di nylon con delle bacche, che attraggono l’avifauna e  rappresentano un’inganno mortale per gli animali.

Al momento non sono stati individuati i responsabili e del fatto è stata informata l’Autorità Giuziaria.
Le indagini proseguono per accertare gli autori del reato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati