orso marsicano
GEAPRESS – Mentre proseguono, ormai da due giorni, le operazioni di ricerca dell’orsa Gemma, noto orso confidente che da anni frequenta le località di Scanno e Villalago (AQ), è stato rinvenuto  il suo radiocollare appeso ad un albero.

A trovare lo strumento è stato il personale del Coordinamento Territoriale per l’Ambiente (CTA) di Pescasseroli (AQ) del Corpo forestale dello Stato, durante lo svolgimento di un servizio di dissuasione rivolto all’allontanamento degli orsi cosiddetti “confidenti” dalle attività antropiche.

Ancora ignote le possibili cause. La Forestale non esclude che l’animale si sia privato dello strumento in maniera del tutto autonoma, magari per un semplice prurito provocato da una dermatite, o perché lo strumento sia rimasto impigliato tra i rami di qualche albero. Questa ipotesi, secondo la Forestale, potrebbe essersi verificata in considerazione del fatto che in questo periodo gli orsi si nutrono soprattutto di frutta. Non si escludono, comunque, nemmeno altre cause.

Sul posto sono state posizionate due foto trappole in alcuni punti di passaggio utilizzati dagli animali che, al momento, hanno dato esiti negativi.

La Forestale ricorda, infine, come l’Orsa Gemma negli anni abbia provocato numerosi danni a strutture di ricovero per animali domestici, campi coltivati e frutteti.

Sono tutt’ora in corso le operazioni di monitoraggio nella zona di abituale frequenza dell’orsa da parte del personale della Forestale, coadiuvate dal Servizio di Sorveglianza del Parco Nazionale Abruzzo, Lazio e Molise, alla ricerca di eventuali tracce.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati