LUPETTO
GEAPRESS – Ospitava all’inizio un branco di lupi discendenti da una coppia proveniente dallo zoo di Pescasseroli. Una quindicina di animali i quali morirono tutti a seguito di una epidemia scoppiata negli anni novanta.

L’Area Faunistica del Lupo, istituita nel 1972 nel Parco Nazionale d’Abruzzo rimase così vuota fino a quando riprese ad ospitare tre lupi appenninici raccolti feriti e curati dal Parco.

Nei giorni scorsi il Veterinario del Parco, nel corso di un sopralluogo, si è accorto di una presenza inaspettata. Un cucciolo di lupo sbucato all’improvviso dietro un grosso cespuglio. L’età presunta è di circa tre settimane e gli esperti ritengono che nell’Area Faunistica possono esserci  altri lupetti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati