GEAPRESS – Intervento del Corpo Forestale dello Stato, Comando Stazione di Ruvo di Puglia (BA), all’interno del Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Un’attività estrattiva posta sotto sequestro in quanto avrebbe interessato terreni esterni a quelli autorizzati. Uno svuotamento, secondo i rilevi comunicati dalla Forestale, di 8.000 metri quadrati di superificie pari ad 80.000 metri quadrati di materiale estratto.

Gli accertamenti, eseguiti nel febbraio scorso, avrebbero altresì verificato come l’attività estrattiva sia avvenuta in violazione di un sequestro risalente al 2007.  A tale primo provvedimento  avrebbe seguito una facoltà d’uso con estrazione vincolata ad un serie di prescrizioni. Si tratta di una zona dichiarata di notevole interesse pubblico ai sensi del D.M. 1/08/85 in attuazione della Legge Galasso n. 431/85, per la rilevanza naturalistica e paesaggistica dell’intero comprensorio.

A seguito dell’ultimo sequestro, l’amministratore della società è stato deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani, per violazione della normativa sulle aree, della normativa paesaggistica e per violazione dei sigilli.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati