GEAPRESS – Se ne andava nel Parco del Ticino con una rete da pesca, ma aveva con sé anche una gabbia per la cattura di animali. Pesca oppure caccia (comunque illecita nel caso di uccellagione) nel Parco del Ticino quegli arnesi non li poteva portare.

Del resto appena ha visto la Polizia Provinciale di Milano, è scappato lungo un sentiero inseguito dagli Agenti. Raggiunta l’automobile è riuscito a fuggire ma dal numero di targa la Polizia Provinciale, con la collaborazione della Polizia Locale di Abbiategrasso (ove risiede il bracconiere) è riuscita  a rintracciarlo.

Reti e gabbia, la cui introduzione nel Parco costituisce già reato, erano stati occultati nel bosco. Soddisfazione per l’intervento della Polizia Provinciale è stata espressa dall’Assessore provinciale al ramo Stefano Bolognini.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati