fucile caccia
GEAPRESS – Agli organi di sicurezza verrà data comunicazione per l’eventuale sospensione o revoca definitiva del porto di fucile per uso caccia. Un cacciatore fermato dopo un inseguimento in località Strangoloscia, limitrofa ai piani di Zarvò nel comune di Oppido Mamertina.

L’intervento è maturato nel corso delle operazioni antibracconaggio portate a termine dal Corpo Forestale dello Stato all’interno del Parco Nazionale d’Aspromonte e nelle aree limitrofe. Un presunto bracconiere, riferisce il Corpo Forestale dello Stato che ha inoltre eseguito i suoi interventi entro i confini del Parco territorialmente riferibili ai Comuni di Delianuova, Scido, Santa Cristina e Oppido Mamertina.

Per l’uomo, sorpreso con il fucile carico, le sanzioni amministrative per un importo pari a 1360 euro oltre che la denuncia per introduzione di arma da sparo e attività venatoria all’interno del Parco. Fucile e munizionamento sono stati sequestrati. Per il porto d’armi, dovrà decidere l’autorità di pubblica sicurezza.

La Forestale ha fatto confluire nella zona altre pattuglie ed ha eseguito un ampio setacciamento per cercare eventuali altri bracconieri.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati