forestale I
GEAPRESS – Nel corso di un appostamento effettuato dal Corpo Forestale dello Stato, Comando di Sant’Eufemia d’Aspromonte, e dei volontari del CABS, eseguito in località Scinà, nel Comune di Palmi (RC), sono stati colti in flagranza di reato due soggetti intenti a svolgere una battuta di caccia illegale.

Stante quanto reso noto dal Corpo Forestale, i due sarebbero stati osservati e filmati mentre abbattevano un individuo di Passer montanus, specie protetta dalla legge.

La Forestale ha poi constatato come l’uomo che imbracciava il fucile fosse privo di porto d’arma. A lui, oltre allo specifico reato di porto abusivo di arma da fuoco, è stato contestato anche l’abbattimento della specie protetta. Al secondo soggetto, risultato proprietario dell’arma, è stata invece contestata l’omessa custodia e l’abbattimento in concorso di specie protetta.

Considerato il perpetuarsi del fenomeno del bracconaggio, il Comando Provinciale di Reggio Calabria ha disposto l’intensificarsi dei controlli.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati