cavallo
GEAPRESS – Intervento della Lav di Rho (MI) che chiede all’ amministrazione comunale di Legnano la riconversione del Palio con iniziative senza l’uso degli animali.

Da sempre – riporta la LAV di Rho – denunciamo l’estrema pericolosità dei palii, ricordando che gli animali sono esseri senzienti. Negli ultimi anni è aumentato il numero dei cavalli morti nei palii”.

La LAV tra le altre critiche si chiede sul destino dei cavalli a fine carriera che rischiano di passare di mano in mano per finire nel circuito della criminalità che gestisce le corse clandestine.

La LAV di Rho, sempre in riferimento ai fenomeno dei Palii in generale ricorda come “l‘Ordinanza del Ministero della Salute che dispone i principali criteri di sicurezza che devono essere rispettati per garantire la minima tutela dei cavalli impegnati nelle kermesse dei palii, ma purtroppo anche osservando tutte le normative che ci sono per legge non si riesce ad escludere la possibilità di frequenti e gravi incidenti, inoltre, la competizione accesa tra le contrade e la voglia di vincere, ha portato in taluni casi all’utilizzo di sostanze dopanti per aumentare la performance degli animali, questo significa che non esistono accorgimenti e misure di sicurezza tali da ridurre a zero il rischio di
incidenti. Ricordiamo che siamo contrari a qualsiasi forma di sfruttamento degli animali e ribadiamo la posizione abolizionista rispetto ai palii, sperando che si legiferi quanto prima in materia di spettacoli lesivi della dignità e della vita degli animali”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati