aiuola uccello
GEAPRESS – I resti  di uno Svasso maggiore (Podiceps cristatus) sono stati rinvenuti questa mattina da alcuni passanti in via Dante, in pieno centro di Palermo. Il corpo del grosso uccello acquatico si trovava in un’aiuola del marciapiede piena di rifiuti di diverso tipo. L’animale è stato segnalato ai volontari della Lipu che sono giunti sul posto per l’identificazione e per verificare le condizioni in cui versava.

Ignote ancora le cause del decesso. Lo Svasso apparentemente non presentava ferite. Singolare il fatto che fosse stato trovato lontano dal suo ambiente abituale, quello acquatico. Presumibilmente doveva essere un individuo in migrazione che, stremato dalle forze, è poi precipitato a terra.

La Lipu ha inviato una lettera alla Ripartizione Faunistico Venatoria di Palermo (essendo competente in materia di fauna selvatica) chiedendo un loro intervento per consegnarlo all’Istituto Zooprofilattico al fine di appurare le cause del decesso.

Lo Svasso maggiore, spiega la LIPU, è una specie che frequenta ambienti marini e d’acqua dolce. E’ il più grande e il più diffuso tra le specie di svassi europei. Becco lungo e appuntito, adatto per pescare i pesci e zampe palmate per poter nuotare spingendosi fino in profondità alla ricerca di cibo. Durante la stagione riproduttiva presenta delle penne sul capo a formare un pennacchio. Caratteristica è la “danza del pinguino” in cui la coppia allunga tutto il corpo in posizione eretta. Nidifica in zone umide con canneti. In Italia è migratore, nidificante e svernante regolare.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati