novellame
GEAPRESS – Intervento della Polizia di Stato e della Guardia Costiera di Palermo, finalizzati al contrasto di episodi di  abusivismo e di illegalità legata alla commercializzazione del pescato e fenomeni di criminalità diffusa.

In tale contesto sono state  presidiate le vie Orsa Maggiore e Orsa Minore, nonché quadrilateri formati dall’intersezione tra via Roma e corso Vittorio Emanuele.

Il servizio, coordinato dalla Questura di Palermo, ha visto schierate sul campo  numerose pattuglie della Polizia di Stato costituite dal Reparto Prevenzione Crimine, del Commissariato di P.S. “Oreto- Stazione”, della P.A.S., unitamente ai militari della Capitaneria di Porto di Palermo. Un locale adibito a pescheria, è stato così sottoposto a controllo. Dagli accertamenti eseguiti, la pescheria sarebbe risultata attivata abusivamente, tanto da doversi provvedere al sequestro amministrativo della struttura fissa in alluminio con i relativi banconi in metallo.

All’interno del locale abusivo sono stati rinvenuti e sequestrati circa 90 chilogrammi di pescato e circa 6 chilogrammi di novellame di sarda. Al proprietario dell’attività sono state elevate sanzioni amministrative superiori a 6.000 euro per la mancanza della SCIA sanitaria e comunale; 1.500 euro per la mancata tracciabilità del pescato. Lo stesso  è stato inoltre deferito  all’Autorità Giudiziaria per il reato di commercializzazione di esemplari di specie ittiche di taglia inferiore a quella minima.

Nel corso della concomitante attività di controllo del territorio orientata al contrasto del crimine diffuso, sono  state identificate 48 persone e 16 automezzi. Controllati anche 5 soggetti sottoposti a misure cautelari domiciliari.

Durante tali accertamenti sono state contestate otto violazioni al Codice della Strada, per un ammontare di 1.375 euro. Un soggetto è stato denunciato in stato di libertà per porto abusivo di armi, contestualmente è stato posto sotto sequestro il manganello trovato in suo possesso.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati