GEAPRESS – E’ avvenuta lo scorso febbraio, sebbene la notizia sia stata diffusa di recente, la scoperta di quello che apparirebbe come un negozio di animali nel quartiere Zen 2 di Palermo. Secondo il comunicato della Forestale siciliana si tratterebbe, però, di una attività sprovvista di licenza e documentazione comprovante la provenienza degli animali.

A scoprire il negozio è stata la Polizia di Stato che ha poi chiesto l’intervento del Corpo Forestale della Regione siciliana. Nei locali un Cardellino ed una Testudo greca, entrambe specie tutelate dalla legge. C’era anche un cane yorkshire, criceti e pappagallini. Poi il settore dedicato ai mangimi ed accessori per animali.

Ad intervenire il Servizio Cites ed il Nucleo Operativo provinciale del Corpo Forestale della Regione siciliana.

Gli animali sono stati posti sotto sequestro.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati