stigghiole
GEAPRESS – Il Nucleo Antifrodi della Polizia Municipale nell’ambito dei controlli a tutela della salute pubblica predisposti dal Comandante Vincenzo Messina, ha identificato in Via Ludovico Bianchini allo Zen, un uomo di 68 anni dedito ad un improvvisato banchetto di vendita.

Qui  venivano arrostite le interiora di bovino.

Con il contributo dei veterinari dell’Asp, l’azienda sanitaria provinciale , le “stigghiole” pronte per la vendita, sono state giudicate non commestibili, a causa del cattivo stato di conservazione e dell’esposizione agli agenti atmosferici ed ai gas di scarico.

Inoltre, poiché non è stato possibile risalire alla provenienza ed alla tracciabilità delle carni, queste, per un totale di circa trenta chili, sono state sequestrate dagli agenti del Naf ed  affidate ad una ditta di smaltimento, per la successiva distruzione.-

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati